Blog

Il tribunale federale conferma: un altro omicidio colposo sul lavoro

Distrazione fatale: nel 2019, in Svizzera, un uomo è deceduto a seguito di un incidente sul lavoro. L’operaio, seguendo le istruzioni dei suoi superiori, utilizzava una piattaforma a forbice elettrica, modello Haulotte Optimum 8, per lavori di pulizia. Durante l’operazione, ha incastrato il collo tra un canale per cavi e la ringhiera della piattaforma elevatrice, morendo per soffocamento.

Con la sentenza del 2 giugno 2021, il Tribunale Distrettuale di Willisau ha dichiarato colpevoli di omicidio colposo i due imputati, A.A. e D., infliggendo loro una pena pecuniaria  sospesa (rispettivamente 40 aliquote giornaliere a 290 franchi e 130 franchi). Gli imputati hanno fatto appello alla Corte Federale, ma anche il Tribunale Cantonale di Lucerna, il 28 aprile 2022, li ha nuovamente ritenuti colpevoli di omicidio colposo. La questione è quindi passata a un’istanza superiore. Nel gennaio 2024, la Corte Federale, con le sentenze 6B_1058/2022, 6B_1072/2022, ha respinto l’appello di un direttore e di un capo team, confermando il verdetto precedente.

Sullo sfondo: la vittima era stata assunta dal direttore come operaio e riceveva ordini dal capo team. Entrambi i superiori non avevano richiesto al dipendente una prova di formazione per l’uso delle piattaforme aeree, trascurando i requisiti di sicurezza necessari per il lavoro in altezza, come evidenziato dalla Corte. Questa omissione è stata interpretata dai tribunali svizzeri come una violazione del dovere di diligenza ai sensi dell’art. 12 comma 3 del Codice Penale Svizzero, e i due sono stati giudicati colpevoli di omicidio colposo.

La Corte Federale ha chiarito nel suo verdetto sui requisiti dell’omicidio colposo secondo l’art. 117 del Codice Penale Svizzero, sottolineando che il mancato rispetto di una direttiva non implica automaticamente la violazione del dovere di diligenza, ma che tale inosservanza è un indizio di tale violazione.

La Corte ha inoltre precisato che la semplice istruzione sul posto di lavoro non sostituisce una formazione adeguata per la specifica categoria di piattaforme aeree, ma è un requisito aggiuntivo.

Inoltre, il tribunale ha ritenuto l’incidente prevedibile per il direttore, giudicando il suo comportamento idoneo a causare o almeno favorire un incidente mortale come quello verificatosi.

Non esitate a contattarci per maggiori informazioni sui nostri corsi: formazione@vismara.ch

Altri articoli